Storia

Aims Academy è un progetto di alta formazione chirurgica che il 9 marzo 2010 è diventato realtà!
Il desiderio di mettere a fattore comune tutta l’esperienza di una vita dedicata alla chirurgia laparoscopica è quello che ha guidato il Professor Raffaele Pugliese, già presidente dell’Istituto Lombardo di Chirurgia Avanzata Mininvasiva (ILCAM), a perseguire questo ambizioso progetto: la realizzazione di un centro di formazione multidisciplinare dedicato all’apprendimento e allo sviluppo della chirurgia mininvasiva all’interno dell’Ospedale Niguarda.

Due le esperienze internazionali che hanno fortemente ispirato la realizzazione dell’AIMS Academy : l’IRCAD – Institut de Recherche contre le Cancers de l’Appareil Digestif di Strasburgo guidato dal Prof Jacques Marescaux fin dal 1992 ed il MATTU – Minimal Access Therapy Training Unit di Guilford – UK guidato dal Prof Michael Bailey.

Il confronto con l’esperienza dell’IRCAD di Strasburgo ha rappresentato una tappa importante nella storia dell’AIMS Academy anche per l’incontro con il Dr Antonello Forgione che li lavorava da diversi anni e che trasferendosi nel 2007 a Milano ha contribuito alla fase di progettazione ed avviamento delle attività del centro sino poi a diventarne nel 2010 Direttore Scientifico dell’AIMS Academy.

Aims Academy è stata costruita grazie all’importante contributo della Regione Lombardia, della Fondazione Cariplo e di molti partner industriali che hanno creduto nel progetto e consentito ad Aims di dotarsi di macchinari tecnologici di ultima generazione e moderne infrastrutture per il web mentoring anche a distanza che hanno facilitato la collaborazione con i più prestigiosi centri internazionali di formazione in ottica di Share-knowledge.
Un network di faculties di altissimo livello collabora con l’accademia e consente di proporre un’offerta formativa completa calata sulle reali esigenze delle aziende e delle università.
Negli ultimi 20 anni il mondo della chirurgia ha fatto passi da gigante grazie all’evoluzione delle tecnologie, i pazienti hanno quindi diritto ad interventi eseguiti con le più avanzate procedure nella massima sicurezza limitando il più possibile la percentuale di rientri in ospedale dovuti a inesperienza che si traduce inevitabilmente in costi sociali per lo Stato. Per perseguire questo obiettivo è fondamentale sperimentare le pratiche e assimilarle in modo sistematico attraverso un nuovo modello di TUTORSHIP che non sia riservato solo ai chirurghi più bravi .

In questo senso, Aims Academy è un centro unico in Italia nel suo genere poiché consente un’esperienza formativa a 360° che si rivolge sia a chirurghi esperti e specializzandi interessati ad apprendere in modo pratico utilizzando simulatori virtuali, macchinari robotici e wet lab sotto la guida di una comunità di esperti internazionale, che ad intere equipe medico chirurgiche e infermieristiche.

Ampliare l’orizzonte della scienza per poi finalizzarla al bene dell’uomo è una mission che da sempre spinge Aims Academy alla continua ricerca in campo tecnologico. In collaborazione con centri di ricerca nazionali, internazionali e piccole aziende del settore biomedicali Aims Academy è impegnata a sviluppare nuovi simulatori virtuali. Valuebiotech è la start up che è stata creata per sviluppare un sistema robotico originale per la chirurgia addominale e un sistema di realtà virtuale che contribuirà a fare un altro passo avanti nella chirurgia senza cicatrici!

Dal 2010 ad oggi questi sono i numeri raggiunti da Aims Academy, ma c’è ancora tanto da fare… insieme!

4000
Chirurghi
20
Nazioni di provenienza
60
Paesi collegati
150
Corsi realizzati

Raffaele Pugliese

Presidente Fondatore di Aims Academy
Primario Emerito del Dipartimento Chirurgico Polispecialistico dell’Ospedale Niguarda Ca’ Granda

“Il progetto di Aims mi ha insegnato che se c’è qualcuno che crede in un progetto e se Dio lo vuole, possono accadere cose imprevedibili, che superano di gran lunga l’aspettativa iniziale.
Non mi interessano le cifre, tradirei l’origine di tutto, perdendo lo scopo dell’opera: servire il mistero della vita che è l’altro e rispondere al progetto di chi l’ha voluto con me. Lo dico tremando. Io ci ho creduto, ma quello che è accaduto ha superato il mio tentativo: noi quest’opera l’abbiamo imparata mentre accadeva. E impariamo ancora adesso, guardando accadere le possibilità che continuamente ci offre.”