OFFERTA FORMATIVA

La necessità di un sistema potenziato di formazione

L’esperienza come primario e la pratica delle più innovative tecnologie in campo chirurgico convincono il Prof. Pugliese che esiste una lacuna profonda tra l’avanzamento delle tecnologie e il percorso formativo dei chirurghi.

“Il metodo formativo dei chirurghi è invariato da decenni” malgrado le conoscenze, le tecniche e le tecnologie disponibili abbiano avuto un progresso molto rilevante.

Questa lacuna formativa oltre a determinare una ampia disomogeneità nei trattamenti ricevuti dai pazienti, si associa anche ad un importante problema di sicurezza delle cure.

In chirurgia i temi della ricerca e della formazione continua sono sempre più centrali: le statistiche evidenziano come gli errori medici siano ancora numerosi, soprattutto in chirurgia. Negli USA gli errori medici sono causa di circa 250.000 morti/anno, rappresentando la terza causa di decesso in assoluto dopo le malattie cardiache e il cancro.

In Italia il costo economico degli incidenti medici è di 11 miliardi di euro, quasi il 9% delle risorse dello stato nella sanità. Novanta decessi al giorno, circa da 14.000 a 50.000 decessi all’anno, 50% dei quali evitabile, 320,000 persone danneggiate.

L’avvento della chirurgia endoscopica mininvasiva ha trasportato l’attività chirurgica nell’era della tecnologia infatti a circa 30 anni dalla sua introduzione, tutti i tipi di interventi chirurgici, anche i più complessi e per patologie neoplastiche sono stati eseguiti con questa metodica consentendo, a parità di risultati oncologici, una notevole riduzione della dimensione delle cicatrici e un rapido recupero delle comuni attività del paziente anche lavorative con un grande guadagno complessivo per l’individuo e la società.

L’acquisizione delle competenze per le procedure mininvasive avanzate è infatti caratterizzata da un lungo e complesso percorso di apprendimento. Inoltre, l’utilizzo di tecnologie sempre nuove richiede l’affinamento continuo delle competenze. Tale necessità di formazione non può essere adeguatamente soddisfatta dai classici metodi formativi.

Per far fronte all’esigenza di formazione, Fondazione MIAS ha costruito la scuola di training chirurgico AIMS Academy mettendo a disposizione una struttura equipaggiata con le migliori tecnologie e propone un metodo formativo nuovo in Italia e ispirato ai centri di formazione chirurgica più evoluti nel mondo. La faculty di cui si avvale l’AIMS Academy è composta da una rete di chirurghi esperti nazionali e internazionali nei rispettivi campi di competenza.

I benefici della formazione potenziata

L’influenza che questo tipo di formazione rispetto alla chirurgia vuole avere è paragonabile a quello avuto dall’introduzione dei simulatori di volo nel mondo del trasporto aereo: hanno drasticamente ridotto gli incidenti e reso quel tipo di trasporto il più sicuro.

Attraverso una adeguata formazione migliora la capacità del chirurgo, aumentano gli standard di sicurezza, si abbassano drasticamente gli errori e conseguentemente si riducono nettamente i costi della sanità per lo Stato.

In sintesi, i Benefici per l’Italia nell’adozione di un percorso di formazione chirurgico innovativo che include simulazione pratica in laboratorio sperimentale sono:

  • Maggiore competenza della classe medico scientifica
  • Minore rischio clinico
  • Riduzione del rischio di contenzioso
  • Risparmi per il Sistema Sanitario Nazionale

Riconoscendo i benefici della simulazione pratica in laboratorio sperimentale, i governi degli USA, del Inghilterra e della Francia hanno già reso tale pratica parte integrante dei percorsi di formazione dei chirurghi specializzandi.

Corsi gratuiti per specializzandi

Nonostante l’importanza della formazione pratica, le istituzioni italiane non investono adeguatamente per permettere agli specialisti di seguire un percorso di training fuori dalle sale operatorie, prima di eseguire le tecniche sui pazienti.

Per questo i corsi di training pratico vengono principalmente finanziati da aziende sponsor e possono formare solo una piccola parte dei giovani specialisti. 

In particolare, gli specializzandi, non essendo ancora di ruolo sono la categoria più debole nell’ottenere sponsorizzazioni per sostenere i costi di iscrizione a corsi pratici.

Per rispondere a tale esigenza e diffondere l’opportunità di una formazione pratica di alto livello, Fondazione promuove ogni anno dei corsi gratuiti per specializzandi del quinto e sesto anno.

CORSO PER SPECIALIZZANDISOSTIENI QUESTO PROGETTO